ProgEco Natura
ProgEco Natura
DONA PER LA NATURA

Questa Classe è una delle più rappresentate sul Carso. Dai piccoli pennuti insettivori e granivori fino ai Rapaci, l’ambiente si può certamente considerare ricco di avifauna stanziale e migratoria. In particolare, nel periodo dei passi si registra una considerevole presenza di uccelli acquatici che sostano in gran numero sui laghi carsici.

ORDINE COLUMBIFORMI

Uccelli dalle ali robuste e dal volo veloce, essenzialmente granivori e di abitudini gregarie. sul Carso sono molto frequenti e visibili gli appartenenti alla Famiglia dei Columbidi: il colombo selvatico (Columba livia), il colombaccio (Columba palumbus) e la tortora orientale dal collare (Streptopelia decaocto). Vi è poi la tortora (Streptopelia turtur), meno diffusa della precedente e che si può trovare negli ambienti più umidi di fondovalle.

ORDINE CUCULIFORMI

L’unico rappresentante di questo Ordine sul Carso è il cuculo (Cuculus canorus), appartenente alla Famiglia dei Cuculidi.

ORDINE STRIGIFORMI

A questo ordine appartengono i rapaci notturni dal becco ricurvo, il piumaggio soffice, occhi grandi e poco mobili, compresi nella Famiglia degli Strigidi. Si tratta del gufo reale (Bubo bubo), la cui presenza è rara, il gufo comune (Asio otus), l’assiolo (Otus scops), la civetta (Athene noctua), l’allocco (Strix alauco) ed il barbagianni (Tyto alba) (Famiglia dei Titonidi).

ORDINE CAPRIMULGIDIFORMI

In questo caso è rappresentata una sola Famiglia (Caprimulgidi) ed una sola Specie, il succiacapre o nottolone (Caprimulgus europaeus).

ORDINE APODIFORMI

A questo ordine appartiene il rondone (Apus apus) (Famiglia Apodidi).

ORDINE CORACIFORMI

L’unico rappresentante di questo Ordine che si può incontrare sul Carso triestino appartiene alla Famiglia degli Upupidi. Si tratta dell’upupa (Upupa epops), un uccello diurno, insettivoro, con un caratteristico ciuffo erigibile sul capo.

ORDINE PICIFORMI

Sul Carso triestino sono presenti unicamente specie appartenenti alla Famiglia dei Picidi ovvero il picchio verde (Picus viridis) con una buona diffusione, il picchio rosso maggiore (Picoides major), anch’esso ben rappresentato sul territorio carsico, particolarmente nelle pinete. Un altro appartenente alla stessa Famiglia, il picchio nero (Dryocopus martius), è da considerarsi particolarmente raro per la zona.

ORDINE PASSERIFORMI

Questo Ordine è il più numeroso fra gli uccelli e comprende Famiglie molto diverse fra loro. Per questo motivo pensiamo utile riportare le varie specie suddividendole per Famiglia.

Famiglia Irundinidi:

Rondine (Hirundo rustica) e balestruccio (Delichon urbica).

Famiglia: Alaudidi

è una famiglia comunemente presente in zona e comprende l’allodola (Alauda arvensis), la cappellaccia (Galerida cristata) e la Tottavilla (Lullula arborea).

Famiglia: Motacillidi

Meno conosciute ma comuni sul Carso sono la ballerina bianca (Motacilla alba) , la ballerina gialla (Motacilla cinerea), la Cutrettola (Motacilla flava), la Pispola (Anthus pratensis) e il Prispolone (Anthus trivialis)

Famiglia: Laniidi

Questa Famiglia comprende le Averle, uccelli che si possono facilmente incontrare passeggiando per i sentieri carsici, e precisamente l’ averla maggiore (Lanius excubitor), l’ averla cinerina (Lanius minor) e l’ averla piccola (Lanius collurio).

Famiglia: Oriolidi

E’ rappresentata sul Carso dal Rigogolo  (Oriolus oriolus)

Famiglia: Sturnidi

Il rappresentante di questa Famiglia sul Carso è lo storno (Sturnus vulgaris), che durante il periodo delle migrazioni si ferma sul Carso.

Famiglia: Bombicillidi

A questa Famiglia appartiene il beccofrusone (Bombycilla garrulus) , variopinto piccolo uccello visibile solo in alcune particolari stagioni migratorie. La sua presenza sul Carso può dirsi infatti “accidentale”.

Famiglia: Trogloditidi

Rappresentata dallo scricciolo (Troglodytes troglodytes) , comunemente presente in zona.

Famiglia: Muscicapidi

A questa Famiglia appartengono i pigliamosche (Muscicapa sp.).

Famiglia: Silvidi

Alla Famiglia dei Silvidi appartengono i conosciutissimi capinera (Sylvia antricapilla), Fiorrancino (Regulus ignicapillus), e regolo (Regulus regulus).

Famiglia: Corvidi

I Corvidi, forse anche per la dimensione relativamente più grande o per la notevole diffusione, sono conosciuti da tutti. Sul Carso triestino non è difficile vedere la ghiandaia (Garrulus glandarius), la gazza (Pica pica), la taccola (Corvus monedula), la cornacchia grigia (Corvus corone cornix) e la cornacchia nera (Corvus corone corone). E’ presente anche il corvo imperiale (Corvus corax).

Famiglia: Turdidi

Anche questa Famiglia comprende uccelli comunemente noti e molto diffusi nella zona carsica. Si tratta del saltimpalo (Saxicola torquata), del pettirosso (Erithacus rubecola), dell’usignolo (Luscinia megarhynchos), della cesena (Turdus pilaris), della tordela (Turdus viscivorus), del tordo (Turdus philomelos), del tordo sassello (Turdus iliacus) e del merlo (Turdus merula).

Famiglia: Egitalidi

A questa Famiglia appartiene il Codibugnolo (Aegithalus caudatus), che si può incontrare presso gli specchi d’acqua carsici.

Famiglia: Paridi

Alla Famiglia dei Paridi appartiene la cincia bigia (Parus palustris), la cinciarella (Parus caeruleus), la cinciallegra (Parus major) e la cincia del ciuffo (Parus cristatus).

Famiglia: Ploceidi

Sono compresi in questa Famiglia i cosiddetti “passeri”. Si tratta delle comunissime passera oltremontana

(Passer domesticus), passera mattugia (Passer montanus) nonché della più rara passera d’Italia (Passer italiae).

Famiglia: Fringillidi

Fringuello (Fringilla coelebs), peppola (Fringilla montifringilla), verzellino (Serinus serinus), verdone (Chloris chloris), cardellino (Carduelis carduelis), lucherino (Carduelis spinus), ciuffolotto (Phyrrula phyrrula), frosone (Coccothrautes coccothrautes) ed il crociere (Loxia curvirostra), molto raro sul Carso.

Famiglia: Emberizidi

Sono presenti sul Carso lo zigolo nero (Emberiza cirius), lo zigolo giallo (Emberiza citrinella), lo zigolo muciatto (Emberiza cia), l’ortolano (Emberiza hortulana) e lo strillozzo (Emberiza calandra).

ORDINE CICONIFORMI

Sul Carso triestino è presente una sola Famiglia di questo Ordine: quella degli Ardeidi.

Sono compresi l’airone cenerino (Ardea cinerea), la garzetta (Egretta garzetta), il tarabuso (Botarus stellaris) e il tarabusino (Ixobrychus minutus).

ORDINE PODICIPEDIFORMI

A questo Ordine appartiene alla Famiglia dei Podicipedi di cui l’unico rappresentante è il tuffetto (Podiceps ruficollis).

ORDINE ANSERIFORMI

Questo Ordine, sul nostro Carso, è rappresentato dalla sola Famiglia degli Anatidi. Uccelli strettamente legati all’ambiente acquatico, gli anatidi sono tutti migratori e si possono osservare solo durante il periodo dei passi sugli specchi d’acqua carsici. Non è escluso, però, che qualche individuo possa rimanere durante tutto l’arco dell’anno (si dice allora che si tratta di un individuo stanziale). Nella famiglia degli anatidi sono comprese l’oca grigia (Anser anser), l’oca lombardella (Anser albifrons), e l’oca granaiola (Anser fabalis). Non è comunque frequente riscontrare la presenza di questi uccelli sugli specchi d’acqua del Carso triestino.  Sono invece comuni le Anatre tra cui il germano reale (Anas plathyrinchos), l’alzavola (Anas crecca), il fischione (Anas penelope), il codone (Anas acuta), la marzaiola (Anas querquedula), il mestolone (Anas clypeata), la moretta (Aythyla fuligula) e il moriglione (Aythya ferina).

ORDINE FALCONIFORMI

Meglio noti come Rapaci diurni sono fra i volatili più caratteristici del Carso. All’Ordine dei Falconiformi appartengono uccelli dal becco ricurvo e dal piumaggio rigido il compatto. Sono gli uccelli da preda propriamente detti.  Nella Famiglia degli ACCIPITERIDI ci sono: l’astore (Accipiter gentilis), lo sparviere (Accipiter nisus), la poiana (Buteo buteo), l’albanella minore (Circus pygargus), il falco di palude (Circus aeroginosus). Vi sono poi il gheppio (Falco tinnunculus) ed il falco pellegrino (Falco peregrinus) appartenenti alla Famiglia dei Falconidi.

ORDINE GALLIFORMI

Sul Carso è presente solo la Famiglia dei Fasianidi, con il fagiano (Phasianus colchichs). È presente poi la starna (Perdix perdix), la pernice rossa (Alectoris rufa) anche se rara. A suo tempo vi era anche la Coturnice (Alectoris graeca), ormai da anni scomparsa a causa della pressione antropica.

ORDINE PELECANIFORMI

Cormorano (Phalacrocorax carbo) (Famiglia dei Falacrocoracidi), uccello marino presente solo sulla zona costiera del Carso.

ORDINE GRUIFORMI

Sul Carso si trovano solo specie appartenenti alla Famiglia dei Rallidi, ovvero la folaga (Fulica antra), la gallinella d’acqua (Gallinula chloropus) e il porciglione (Rallus aquaticus).

ORDINE CARADRIFORMI

Ai Caradriformi appartengono i cosiddetti “uccelli di ripa”. Sul Carso è presente con la Famiglia dei Caradridi rappresentata dalla pavoncella (Vanellus vanellus) e da diversi uccelli marini quali il gabbiano reale (Larus cachinnans; L. michaellis; L. argentatus), il gabbiano comune (Larus ridibundus), gabbiano corallino (Larus melanocephalus), gavina (Larus canus), Zafferano (Larus fuscus graellsii).